Raggi Fotonici

Storici autori di colonne sonore e sigle tv. Negli anni sono stati autori e interpreti di sigle per Hello Kitty, Scooby Doo, Ape Maia, Digimon, Guru Guru, Peter Coniglio, Gumball, Fairy Tail.

Vince Tempera

Vincenzo Tempera, noto come Vince Tempera (Milano, 18 settembre 1946), è un tastierista e arrangiatore italiano. Attivo fin dagli anni settanta in band come The Pleasure Machine e Il Volo, è anche famoso per essere stato autore o coautore di diverse sigle di cartoni animati degli anni settanta e ottanta, una tra tutte Ufo Robot Goldrake. Partecipa all'incisione del brano Luci ah nell'album Il mio canto libero di Lucio Battisti, ma non viene accreditato nella copertina a causa di uno screzio avuto con il cantautore. Nel 1974 forma con i chitarristi Mario Lavezzi e Alberto Radius, con il bassista Bob Callero e il batterista Gianni Dall'Aglio il gruppo Il Volo, con cui pubblica i due LP Il Volo (1974) e Essere o non essere? Essere! Essere! Essere! (1975), per la Numero Uno di Lucio Battisti. Nella seconda metà degli anni settanta collabora agli arrangiamenti di diversi dischi di Loredana Bertè e Mario Lavezzi, continuando allo stesso tempo la collaborazione con Guccini. Nel 1975 collabora alla realizzazione dell'album live L'anima dei matti di Marcella Bella. Nello stesso periodo ha inciso alcuni 33 e 45 giri per la Harmony, usando lo pseudonimo Andrè Carr. Sulla fine del 1976 collabora alla realizzazione del singolo di Junie Russo (poi nota come Giuni Russo), arrangiando i brani Mai, che avrà un discreto successo di vendite, vincendo l'anno successivo il Cantagiro, e il brano Che mi succede adesso. Circa a metà del 2013, ha iniziato la collaborazione con il resto dei Musici (band di Guccini). Vince Tempera è stato autore e musicista di numerose sigle televisive di successo di anime e telefilm, sia in qualità di direttore d'orchestra e arrangiatore che di autore dei testi, tra cui Goldrake, Ape Maia, Capitan Harlock, Nils Holgersson, Daitan III, Hello Spank.

David 'Diavù' Vecchiato

Tra i più attivi artisti ed urban artist del panorama italiano, vive e lavora a Roma. Curatore di mostre e di festival, cartoonist e musicista, dal 1996 partecipa a mostre, personali e collettive, ha esposto a La Triennale di Milano/OFF a Palermo, MuseiON di Bolzano, Museo MADRE di Napoli, a fiere d'arte come Miami Art Basel e in numerose gallerie d'arte in Europa e Stati Uniti. Nel 1997 ha la prima personale all’HIU, Happening Internazionale Underground al Leoncavallo di Milano. Dal 1992 pubblica illustrazioni (La Repubblica, Musica di Repubblica, Alias, ecc), fumetti (Frigidaire, Blue, Linus, Il Cuore, ecc), articoli su arte e fumetti (La RepubblicaXL, Il Fatto Quotidiano, ecc). Le sue opere sono state pubblicate come copertine di riviste, libri e dischi. Collabora come visual artist con agenzie di pubblicità, tra i suoi clienti: BMW, Canon, Ford, Philip Morris e Gruppo Editoriale L'Espresso. Dal 2010 realizza murales in strada. È art director del progetto artistico Mondopop, cura il festival itinerante di Urban Art “Urban Superstar Show” (MADRE 2009 e 2010, Galleria Provinciale di Cosenza 2012 e 2013) e ha ideato e dirige il progetto MURo Museo di Urban Art di Roma. Insegna Fenomenologia delle arti contemporanee allo IED di Roma e cura la serie tv sulla Street Art "Muro" su Sky Arte.

Lucio Staiano

Proprietario e fondatore di Shockdom, fondata nel 2000, realizza da sempre sceneggiature e racconti di tutti i tipi che hanno trovato le forme più diverse di pubblicazione. Prima di tutti intuisce la potenzialità del fumetto sul web e crea webcomics.it e la casa editrice Shockdom specializzata in pubblicazioni di questo tipo. Da ottobre 2014 ha ideato "Noumeno - il thriller quantistico", co-sceneggiato con Gianluca Caputo.

Simona Binni

(Roma 1975). Laureata in Psicologia dell’età evolutiva, si diploma alla Scuola romana dei fumetti. Lavora come storyboard artist nella pubblicità, per il cloud di Telecom Italia. Dal 2013 collabora con il Giffoni film festival e con Roma film academy. Nella collana Tipitondi di Tunué ha pubblicato Amina e il vulcano, vincitore al Romics 2015 del premio come miglior esordiente, e Dammi la mano. Nel 2016 esce, sempre per Tunué ma stavolta nella collana Prospero’s Books, Silverwood Lake e nel 2017 La memoria delle tartarughe marine.

Mattia Iacono

È un illustratore, fumettista e colorista romano, diplomato alla Scuola Internazionale di Comics in illustrazione e colorazione digitale. Cover artist per l’etichetta milanese Maciste Dischi, lavora per copertine come IDW (G.I. Joe, Teenage Mutant Ninja Turtles). Nel 2016 pubblica con la Tunué il suo primo graphic novel, Demone dentro, e nel 2017 Macumba.

 

Luca Russo

La cifra stilistica del suo lavoro è caratterizzata dalla continua interazione del linguaggio del fumetto con quello della pittura. Il suo primo romanzo a fumetti (In)certe stanze esce con Tunué nel 2007. Sempre con Tunué pubblica Guardami più forte (2008). Entrambi i libri sono sceneggiati da Cristiano Silvi, autore con cui ha collaborato anche per la storia breve Passione Esoterica (Mono, Tunué, 2008). È tra i disegnatori del graphic novel collettivo Nero napoletano (Corriere del Mezzogiorno, 2010) e illustratore del romanzo Prima che il diavolo se ne accorga (Cooper Edizioni, 2010). Nel 2017 firma il suo primo graphic novel come autore completo, Nottetempo (Tunué).

Gaia Cardinali

(Ancona, 1992). Si diploma in Arti Applicate all’ISA di Jesi nel 2010 e inizia il corso di Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Viktoria è il suo primo graphic novel.

Lorenzo Terranera

Nato a Roma nel 1968, illustratore e scenografo. Per dodici anni ha realizzato gli sfondi in studio per il programma Ballarò di Rai Tre. Cura la grafica e le animazioni per la trasmissione DiMartedì condotta da G. Floris su La7. Nel 2005 fonda, insieme a Fabio Magnasciutti, la scuola di illustrazione Officina B5 dove insegna Illustrazione per l’infanzia. Ha illustrato oltre ottanta libri per numerose case editrici italiane, enti pubblici e istituzioni internazionali come L’Unicef, Amnesty International e Agesci. Nel 2018 pubblica Tazio con Tunué.

Francesca Ceci

Scrive di libri per Flanerì ed è autrice di articoli, recensioni e racconti pubblicati in antologie e riviste letterarie (Il Tascabile, Tre Racconti, Oblique 8x8, Nazione Indiana, Scrittori Precari, Sagarana, Paese Sera). Nel 2017 firma, come sceneggiatrice insieme a Christian B. Bouah, Badù e il nemico del sole (Tunué).

 

Pagine