Romics Anno 2019. Fantascienza e Distopia tra fumetti, narrativa e cinema

 

Stiamo vivendo un anno simbolo per l’immaginario fantascientifico e distopico: Blade Runner di Ridley Scott è ambientato nel 2019 ed anche il grande cult Akira di Otomo immagina la sua neo Tokyo in questo anno. Ed allo stesso tempo, nel mondo reale, nel 2019 si celebra il 50esimo anniversario dello sbarco sulla Luna.

 

Un’epoca insomma che vive nelle suggestioni tra l’immaginato/immaginario e il reale, dal presente al prossimo futuro, dalla tecnologia che fino a qualche anno fa sembrava fantascienza e che oggi è di uso comune. In sintesi, potremmo dire a Giulio Verne a Philip K. Dick: da Giulio Verne alla conquista della Luna; da Dick, dagli androidi ai primi reali esperimenti sulla robotica e ai suoi utilizzi nei più disparati campi. E la narrazione distopica ci porta in scenari futuribili incredibilmente realistici, fumetti come V for Vendetta, gli scenari de L’uomo nell’alto castello di Dick, contribuiscono con grande forza alla riflessione sulla nostra contemporaneità.

 

Si è passati insomma della fantascienza trekkiana, con i primi pacifici (tendenzialmente) contatti con altre civiltà evolute, in cui sulla Terra si vive una stagione di pace e la tecnologia è davvero al servizio dell’uomo, a una narrazione fantascientifica sempre più critica della realtà contemporanea, che produce un’idea di futuro sempre più cupa. Ed ecco le narrazioni su futuri distopici, la fantascienza del dopodomani, in cui la tecnologia ha prima affascinato, poi soggiogato e infine dominato l’umanita; oppure in cui la razza umana, sorda alle problematiche riguardanti l’inquinamento, la rarefazione delle risorse, la sovrappopolazione, sopravvive in condizioni estreme; o ancora i mondi paralleli, la distopia politica, con scenari storici a volte drammatici e a volte affascinati.

 

A Romics 2019 il pubblico si immergerà in questi mondi, dal fumetto, al cinema, alla narrativa, al disegno live. Un unico grande spettacolo per portarci nei meandri della fantasia e nelle possibilità del nostro prossimo futuro.

 

Sarà davvero possibile restare bloccati all’interno di in un videogioco o accedere in internet con una connessione cerebrale? Gli universi narrati da film culto come Strange Days, Matrix e Real Player One sono davvero così lontani dalla realtà? Ne parleremo con gli autori giapponesi Reki Kawahara e ABEC. Kawahara, creatore delle saghe Sword Art Online e Accel World parte proprio da questi presupposti.

 

Ci immergeremo nelle visioni fantascientifiche di George Hull, concept designer e Visual Effects Art Director, che ha lavorato ai maggiori titoli fantascientifici degli ultimi anni: Star Wars, L’impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi, Jurassic Park, The Matrix: Reloaded e RevolutionCloud Atlas, Blade Runner 2049, V for VendettaTerminator Salvation, Iron–man 2Godzilla: Kings of Monsters. Ora al lavoro sull’attesissimo Dune di Denis Villeneuve.

 

Con il grandissimo disegnatore ‪Ryan Ottley passeremo alla fantascienza di Invincible, saga creata da Robert Kirkman. Ottely è oggi al lavoro inoltre su uno tra i supereroi più amati, The Amazing Spider-Man.

 

Andremo a curiosare tra le origini dell’immaginario fantascientifico del fumetto italiano. ll primo vero fumetto di fantascienza italiano è del 1936: Saturno contro la Terra, creato da Cesare Zavattini, Federico Pedrocchi e Giovanni Scolari. Il fumetto è stato riportato in vita in formato video, in smartcomics dallo Studio Netton.

 

Giorgio Cavazzano, uno fra i fumettisti Disney più famosi al mondo, sarà protagonista di una mostra di originali e di un incontro tutti dedicati alle sue incursioni nei mondi della fantascienza e del fantasy.

 

Nel genere supereroi uno sguardo importante su Batman, in occasione delle celebrazioni mondiali dell'80mo Anniversario dedicate all’uomo pipistrello. Le sue risorse tecnologiche, i suoi irresistibili gadget e la Batmobile, è il supereroe che unisce tecnologia e abilità in un mix assoluto.

 

La Scuola Romana dei fumetti ci porterà nella Roma Distopica, un unico grande dipinto di oltre 10 metri, situato nella Comics City, raffigurante l’immagine forse onirica o forse addirittura allucinata, di una possibile Roma di un impossibile futuro. Ideata e curata da Massimo Rotundo, con opere realizzate dagli allievi dell’ultimo anno del corso, in collaborazione con Mauro De Luca e Carlo Labieni.  Inoltre, in una performance di disegno live tra analogico e digitale si “sfideranno” due disegnatori, Elena Casagrande e Emilio Laiso: “Doctor Who Vs. Doctor Aphra”. L’una userà la tecnica analogica del disegno manuale su una lavagna, l’altro la moderna tecnica digitale su tavoletta grafica per poi, in corso d’opera, scambiarsi ruolo e strumenti. Due professionisti a confronto, due tecniche, due personaggi del futuro che si incontreranno e scontreranno in un inedito crossover disegnato.

 

Da Blade Runner a L’uomo nell’Alto Castello fino a V for Vendetta. La fantascienza e il futuro distopico tra narrativa, fumetto e cinema. Un imperdibile panel con esperti, ricercatori e fumettisti, una riflessione sul futuro e le sue imprevedibili rivelazioni. L’incontro è condotto da Carlo Pagetti, docente di Letteratura inglese e Cultura anglo-americana presso l’Università degli Studi di Milano, ha al suo attivo saggi e monografie sul fantastico, l’utopia e la fantascienza, grande esperto dell’opera di Philip K. Dick. Interverranno Oriana Palusci, Elena Casagrande, Elisabetta di Minico.

 

La Scuola Internazionale di Comics ci farà rivivere i momenti magici dello sbarco sulla luna. A 50 anni dal primo sbarco sul nostro satellite, una live performance di disegno realizzata da grandi illustratori preso la Comics City, accompagnata da una performance musicale dedicata.

 

I mondi della fantascienza e del fantasy, due passioni spesso percorse da molti artisti, saranno al centro di grandi eventi:

Draghi, astronavi e cyborg: il fantasy e la fantascienza si incontrano. Victor Togliani e Paolo Barbieri si confrontano sui linguaggi del futuro e del fantasy. Cosa si nasconde dietro agli universi visivi del Signore Degli Anelli, il futuro urbano di Blade Runner, fino all’attesissimo cyberpunk di Alita?  Due artisti di grande impatto visivo, Victor Togliani e Paolo Barbieri, due Maestri dell’illustrazione in un imperdibile dialogo sulle grandi suggestioni visive che provengono dal cinema, dalle grandi saghe fantasy, dalle visioni più intriganti del futuro.

 

Fantasy, Scienza e Fantascienza: Il Mondo Della Scrittrice Cult Licia Troisi. Licia Troisi incontra i lettori per raccontare L’isola del santuario (Mondadori), il terzo capitolo della Saga del Dominio. In dialogo con Orietta Cicchinelli di Metro, la scrittrice, scienziata e appassionata di astrofisica, affronta temi universali come il rapporto padre-figlia e la ricerca di giustizia. Le sue protagoniste, che hanno il nome di una stella e il coraggio di guerriere, rappresentano la lotta che tutti noi ingaggiamo con noi stessi nella vita per scoprire chi siamo e quali scelte dobbiamo fare per realizzare i nostri sogni.

 

Narrativa fantastica. La comunicazione tramite la scrittura. L'importanza del messaggio nei romanzi e del saperlo scrivere tra le righe. Conferenza della Casa editrice I.D.E.A

 

Inoltre, incontri ed eventi, presentazioni sul tema: dalla narrativa fantascientifica all’eredità di Lovercraft, fino a interessanti incursioni nell’horror.