La finale dell'EuroCosplay di Londra

 

L'EuroCosplay di Londra è appena terminato e la rappresentate italiana Cristina Benfante, che ha partecipato interpretando Elsa di Frozen e selezionata alla XXII edizione di Romics, ha dimostrato ancora una volta l'alto livello del Cosplay Italiano.

Un grazie infinito alla giovanissima cosplayer Cristal che si racconta in questa intervista.

 

Cristina, parlaci un po’ di te e di come è nata questa passione per l’arte del cosplay e cosa ti ha spinto verso questo mondo?

 

Ciao a tutti, mi chiamo Cristina in arte Cristal (Cosplay), ho 30 anni e vivo a Palermo.

Sono da sempre appassionata di anime, manga, film, serie tv e videogiochi, colleziono figure in particolare Bishoujo.

Pratico questo hobby da circa 7 anni, la mia prima fiera è stata Cospladya 2010, dove ho conosciuto questo fantastico mondo di cui mi sono innamorata.

 

 

Quanti cosplay hai indossato fino ad ora? Ricordi quale è stato il primo e l’emozione che hai provato indossandolo?

 

Da quando ho iniziato ho indossato circa 27 cosplay, non sono tantissimi, ma molti di questi mi hanno rubato davvero molto tempo. Il primo fu Lightning da Final Fantasy XIII, ero contentissima di indossare i suoi panni e di ricevere tanti complimenti nonostante fosse il mio primo cosplay. 

 

 

È stato emozionante rappresentare l'Italia all’EuroCosplay Championship?

 

Assolutamente si, emozioni a mille. Desideravo da molto tempo di poter partecipare ad una gara tanto importante come questa, ma non avrei mai pensato di arrivare fin qui. Per mee è un grande traguardo.

 

 

Quali caratteristiche hanno caratterizzato  il tuo cosplay?

 

È un cosplay principalmente sartoriale, pieno di decori, apparentemente semplice, ma in realtà mi ha richiesto davvero molto tempo.

 

 

Da quanto tempo stavi lavorando alla realizzazione del tuo cosplay? Quali elementi hanno richiesto un lavoro particolarmente impegnativo?

 

Da circa 7 mesi, ma mi ha richiesto particolarmente tempo la ricerca dei materiali. L'elemento più impegnativo è stato il mantello, per via delle molte decorazioni dipinte a mano.

 

 

Vuoi ringraziare qualcuno?

 

Assolutamente la mia famiglia, mio fratello e il mio ragazzo che mi supportano sempre e tutte le persone che hanno fatto il tifo per me. Grazie veramente a tutti ❤