Il Team Italy al Clara Cow's Cosplay Cup 2019

 


Leslie Isabel Patriarchi, in arte Luce Cosplay e Stefano Dicati, in arte Zarek Whitestar sono arrivati a Rotterdarm! Saranno loro a rappresentare l’Italia alla Clara Cow’s Cosplay Cup, la competizione cosplay internazionale olandese, che si svolgerà domani 15 giugno 2019 nella location di Rotterdam Ahoy.

I due giovani cosplayer si sono aggiudicati il primo posto durante il Romics Cosplay Award della XXV edizione di Romics, conquistando all’unisono pubblico e giuria con Alucard e Dracula tratti dal tredicesimo episodio del videogioco della serie Castelvania: Castelvania Symphony of the Night.

 

Oggi inizia la loro esperienza in Olanda, conosciamoli meglio e captiamo le loro emozioni:

 

Ciao Leslie, ciao Stefano, siete pronti per il magnifico viaggio che state per intraprendere? Emozionati all’idea di rappresentare l’Italia alla Clara Cow’s Cosplay Cup?

<<Ciao! Sì, siamo pronti e siamo molto emozionati! Organizzare viaggio e trasporto della scenografia ci ha dato un bel da fare, ma ora siamo carichi di energia per vivere al meglio questa fantastica esperienza! Speriamo di poter essere dei degni rappresentati Italiani e di portare in alto la nostra bandiera. Ce la metteremo tutta!>>

 

Quanto tempo avete impiegato per l’ideazione e la costruzione dei vostri cosplay?

<<Purtroppo, per una questione di tempistiche e per dare il massimo, abbiamo preferito riportare i cosplay con i quali abbiamo vinto la selezione. Per realizzare questi ultimi ci sono voluti un paio di mesi molto intensivi e faticosi, qualche ritocco e miglioramento durante il tempo e uno studio pregresso di varie tecniche. Siamo certi di aver fatto tutto al meglio e, il risultato che i costumi stanno ottenendo con le persone che ci seguono, ci rende molto soddisfatti.>>

 

Stefano, tu sei nuovo per il mondo del cosplay, vuoi raccontarci come e grazie a chi ti sei avvicinato a questo fantasioso hobby?

<<Il cosplay mi è sempre piaciuto, sin da quando, dal 2007, mi occupavo degli articoli riguardanti gare e costumi come giornalista per la rivista Game Player. Ho sempre amato questo mondo ma non mi era mai capitata l’opportunità di farne parte attivamente. Qualche anno fa ho avuto l’occasione di conoscerlo più da vicino e, grazie a Leslie e altri amici, ho potuto vedere le loro abilità e l’incredibile talento e passione che illumina tantissimi cosplayer di tutto il mondo.

Se oggi posso vivere questa fantastica esperienza lo devo a loro. Parlandone con Leslie, poi, abbiamo deciso di provare a fare qualcosa insieme, mischiando le nostre diverse abilità, facendomi indossare, finalmente, i panni del mio primo personaggio: Dracula.>>

 

Leslie, per te di certo invece non è la prima esperienza, quanti cosplay hai indossato fin ora? Qual è quello al quale sei più affezionata e perché?

<<Ah, questa è una domanda molto complicata... la risposta è: non lo so.
Probabilmente più di una sessantina in quasi 11 anni di onorato servizio. 
Ora che questo mio hobby, negli ultimi anni, si è trasformato anche in un lavoro, si potrebbe pensare che l'amore per i personaggi che porto sia dettato dalla moda o da alcune esigenze professionali, tuttavia, la verità è che amo tutti i miei cosplay e in ognuno di loro c'è una parte di me. Realizzarli interamente da me, apprendendo sempre nuove abilità e ponendomi l’obiettivo di migliorarmi, in più, crea un ulteriore e profondo legame con i miei costumi, infatti, devo ammettere di non averne mai venduto o dato via uno... probabilmente a breve uscirò io di casa mia per lasciar spazio a loro!

Scegliere quindi uno a cui sono più affezionata è molto difficile ma credo che questo posto spetti a Shiva di Final Fantasy XIV, uno dei progetti più complessi che ho realizzato probabilmente fino ad oggi. Creare la parrucca, l’armatura e il vestito in modo che le cuciture non si vedessero (come se fosse una seconda pelle) mi ha fatto letteralmente impazzire! Quando finalmente l'ho indossato e tutti i pezzi stavano al loro posto, ero incredula e orgogliosa del risultato. Credo che sia stato quello il momento in cui ho realizzato di essere migliorata, di aver imparato cose nuove e di essere cresciuta e di poterlo fare ancora, ancora e ancora.
Grazie a quel costume ho partecipato al Fan Festival di Final Fantasy XIV a Francoforte e, poco tempo dopo sono finita sulla prima pagina dell’inserto del corriere dello sport dedicato proprio a Romics. Avete presente la tipa di ghiaccio con i capelli a forma di stalattiti? Ecco, ero io XD
Diciamo che è stato un cosplay di transizione tra la bambina che voleva vestirsi dai suoi personaggi preferiti, alla ragazza consapevole di sè stessa che aveva capito cosa volesse fare nella vita. >>

 

Cosa vi aspettate da questa competizione? Aspirate alla vittoria?

<<Come in ogni sana competizione, certo, aspiriamo alla vittoria e ce la metteremo tutta per riuscirci, ma sappiamo che questa è soltanto una parte dell'esperienza che ci apprestiamo a vivere. 
La cosa più bella sarà conoscere tantissime nuove persone, cosplayer di altri paesi, avere uno scambio culturale e rivedere amici che, abitando in diversi posti del mondo, è sempre difficile rivedere. Alla fine, quello che il cosplay dovrebbe portare è unione, legami e amicizie, poi, ampliarlo con il raggiungimento di un altro importante traguardo come rappresentanti italiani, è sicuramente una cosa che puntiamo e tenteremo di raggiungere. >> 

 

Raccontateci quale saranno i personaggi che interpreterete nella finale di sabato 15 giugno...

<<Interpreteremo i personaggi di Dracula e Alucard della nota serie Castlevania, tratti dal Symphony of the Night. Portare in scena due personaggi così diversi ma allo stesso tempo uniti ci ha convinti quasi subito. Dracula è un personaggio controverso, disperato per la morte della moglie, dimentica l’amore, promettendo di vendicarsi sulla razza umana per la sua perdita. Alucard, suo figlio, invece, vive il suo lutto in modo diverso, nel tentativo di restituire al padre la sua umanità perduta. Questi due personaggi sono molto poetici e incarnano due modi diversi di vivere la vita e approcciarsi a essa. Il loro conflitto è molto attuale e la loro storia è uno spunto di riflessione emozionante e profondo. >>

 

Quali sono i vostri progetti futuri?

<<Mmmm progetti futuri? In realtà ci sono molti progetti in cantiere, tra i quali continuare le nostre carriere come scrittore fantasy e cosplayer, attraverso varie convention dove saremo ospiti, estere e non, già in programma o in programmazione. 
Per il futuro, crediamo che un passo importante sia quello di continuare a migliorare le nostre abilità, implementare i nostri strumenti e continuare a crescere. Probabilmente gareggeremo ancora, magari l’anno prossimo ma, attualmente, non è una priorità. 
Crediamo che, in fine, il progetto futuro più grande sarà semplicemente quello di percorrere le nostre strade e continuare a realizzare i nostri sogni, come stiamo facendo adesso. :) >>

 

Grazie a Leslie e Stefano e un grandissimo in bocca al lupo per la gara di domani!

 

 

Se vuoi seguire la gara in diretta, dalle ore 16.00 , clicca sul link:  https://www.facebook.com/ClaraCowsCosplayCup/posts/1116015971941652