Giorgio Cavazzano

Giorgio Cavazzano

Nato il 19 ottobre 1947 a Venezia, Cavazzano è uno fra i fumettisti Disney più famosi al mondo. All’età di dodici anni, Giogrio inizia a lavorare con suo cugino, il fumettista Luciano Capitanio, aiutandolo nell’inchiostrazione dei fumetti. Ancora adolescente, inizia il suo apprendistato presso il famoso Fumettista Romano Scarpa, di cui all’età di 15 anni – dal numero 70 di Topolino del dicembre 1962 – diventa l’inchiostratore ufficiale. Giorgio fa il suo debutto come disegnatore nel 1967 con la storia Paperino e il singhiozzo a martello, mentre la sua prima sceneggiatura Disney è datata 1985. Il suo stile nel disegnare Topi e Paperi ha segnato uno spartiacque tra il classico stile Disney e quello più moderno. Guidato da una forte spinta all’innovazione, fra l’inizio e ela metà degli anni 70 sperimenta un nuovo, vibrante stile grafico facendo convivere in perfetta armonia la plasticità dei tradizionali personaggi Disney con la resa realistica e ideale per l’avventura di macchinari e gadget tecnologici. Nella sua carriera ha creato numerosi personaggi, da Reginella a UmperioBogarto, da Ok Quack a PandyPap, fino a quello più recente, Rock Sassi. Tra le opere di Cavazzano, davvero indimenticabili sono le parodie Disney di capolavoricinematografici come Casablancadi Michael Curtiz e La Strada di Federico Fellini, per non parlare de La vera storia di Novecentodi Giuseppe Tornatore, tratto dal romanzo di Alessandro Baricco e L’uomo senza passatodel grande regista finlandese Aki Kaurismaki. Dal 1994 Giorgio disegna copertine e storie sull’editor scandinavo Egmont, tra cui la saga di Dragon Lords (2003). Nel corso della sua carriera ha creato una straordinaria serie di personaggi di fumetti al di fuori dell’universo Disney, tra cui Walkie & Talkie(1974), Oscar e Tango(1974), Allai &Jonson (1976, con Tiziano Sclavi, l’inventore di Dylan Dog), Smalto & Jonny (1976), Capitan Rogers (1981), Timothy Titan (1987), per non parlare del suo lavoro nella pubblicità. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro nei fumetti.