Thomas De Gasperi

E' noto come componente del duo Zero Assoluto insieme a Matteo Maffucci. I due si conoscono a scuola nella capitale, cimentandosi in una passione in comune: la musica. Sono anni di crescita quelli dal 1999 fino al 2004: lavorano sia in radio collaborando con RTL 102.5 nel programma “Suite 102.5”, sia in televisione. Proprio il 2004 sarà l'anno del successo con Semplicemente, conquistando il doppio disco di platino ed affermandosi nel panorama italiano. Negli anni successivi lavorano anche con Radio101 e conquistano il pubblico dei giovanissimi facendo i Vj su MTV. Partecipano a tre edizioni del Festival di Sanremo e tra i loro successi ricordiamo: Svegliarsi la mattina, Sei parte di me, Per dimenticare e Di me e di te. Ma dietro il volto che ha scaldato i cuori delle giovanissime degli anni duemila, nessuno si aspetterebbe di trovare un giocatore appassionato di Dota 2. Infatti è proprio il suo grande amore per il mondo videoludico che vede Thomas intraprendere da quest'anno una nuova avventura, quella di Mkers.

Puoi incontrare Thomas De Gasperi sabato 7 ottobre alle ore 12.00 presso il Pala Games, Pad.6

Matteo Corradini

Quando Matteo compie 6 anni i suoi genitori gli regalano un Sega Master System 2 anche se lui aveva chiesto un cane. Scrive la serie The Pills per il web ottenendo un discreto successo. Scrive poi per la televisione e per il cinema. Nel 2016 decide di combinare la sua passione per la scrittura con la sua passione per i videogames e comincia a contribuire alla scrittura e allo sviluppo di Ray Bibbia, videogame indipendente creato da Diego Sacchetti di Morbidware. Nel tempo libero ama correre e giocare a the Binding of Isaac.

Puoi incontrare Matteo Corradini sabato 7 ottobre alle ore 16.30 presso il Pala Games, Pad.6

 

Giada Romano

Autrice molto nota sui social network con lo pseudonimo di Lost Jade, è autrice per Mangasenpai di Riflessi di Luce, Un fumetto shojo che racconta la storia di una ragazza alle prese con l'accettazione delle sue diversità e del rapporto conflittuale con i genitori. Molto operativa sui social network Giada Romano è appassionata di majokko e di animazione anni 80 e 90 e soprattutto di Rumiko Takahashi, dalla quale eredita molti aspetti del suo stile di disegno.

Pagine