Syd Mead - Romics d'Oro VII ed.

Syd Mead - Romics d'Oro VII ed.

Visual Futurist: da Blade Runner a Alien alla serie cult Gundam. Un illustratore, un disegnatore industriale, un visual futirist, come lui stesso si definisce. Una mano che afferra mondi fantastici, paesaggi seducenti, astratti ma in qualche modo possibili, e li riporta su carta, per farli arrivare anche a noi: luoghi dove immergere lo sguardo e la fantasia.Una vita trascorsa tra gli Stati Uniti e il Giappone, dove è amatissimo, una carriera che inizia come inchiostratore, ideatore dei personaggi e illustratore di sfondi per l’animazione, per  poi passare al centro styling della Ford Motor Company. Finché arriva al cinema, e qui contribuisce alla creazione di uno dei grandi cult della cinematografia di fantascienza, Blade Runner di Ridley Scott, tratto dal libro di Philip Dick Anche gli androidi sognano pecore elettriche? Mead dà vita e aspetto a quel futuro immaginato da Dick, plumbeo, tecnologicamente avanzato ma disperatamente triste.  Tante sono le realizzazioni che vedono l’inconfondibile mano di Syd Mead al lavoro su ambienti futuristici, strade, automobili, edifici, tra cui Alien, Tron, Mission to Mars. In Giappone lo vogliono per dare un nuovo aspetto alla Yamato e a Gundam, uno dei robot più amati dell’animazione giapponese, protagonista di numerose serie prodotte dalla Sunrise. Mead ha  lavorato al “volto” di Gundam in una delle più recenti serie. Syd Mead, a cavallo tra illustrazione e tecnologia, sarà protagonista a Romics e a Midia di diversi appuntamenti: la celebrazione come Romics D’Oro, l’incontro con i professionisti degli effetti visuali italiani, la proiezione in anteprima del documentario a lui dedicato, proprio dal titolo Visual Futurist, realizzato da Joaquin Montalvan, anche lui presente a Romics.