Yoshiyuki Tomino e Nahoiro Ogata intervistati da Romics

Intervista: Yoshiyuki Tomino

 

Riceve il Romics D’Oro quale importanza hanno i premi in una carriera eccezionale come la sua?

Penso che non ci sia persona che non sia felice di ricevere un premio o di essere lodato. Ricevere un riconoscimento è sempre importante e rappresenta per me uno stimolo per il lavoro.


 

Gundam è un mito che attraversa le generazioni, perché questo personaggio continua ad affascinare?

Tomino: E’ difficile per un autore rispondere a questa domanda, così mi mette in imbarazzo, io non credo di essere così famoso.


 

Quando lei ha cominciato a fare questo lavoro non era cosa comune perché non c’era una tradizione. Lei sognava di farlo fin da ragazzo?

Tomino: Sì, in realtà questo lavoro non era riconosciuto socialmente, chi lo faceva non aveva scuole e maestri, ma io potevo fare solo questo non avevo altra scelta perché io avevo solo queste capacità.

 

 

Cosa pensa dell’uso sempre maggiore dei mezzi digitali a scapito del disegno manuale?

Trovo molto interessanti i mezzi digitali, ma sono convinto che per realizzare un bel prodotto bisogna sempre partire dal disegno a mano.

 

Intervista: Nahoiro Ogata

 

Com’è iniziato il vostro sodalizio?

Quando io e il Maestro Tomino abbiamo iniziato a lavorare erano due anni che lavoravo in azienda e mi occupavo di produzione, avevo 24 anni e il Maestro Tomino 60 anni. All’epoca dovevamo fare un check dell’animazione e abbiamo lavorato tutta la notte. Io, terminato il lavoro, sono andato a casa a riposare e sono tornato al pomeriggio. Quando sono arrivato, agli studi il Maestro Tomino stava già lì dalla mattina, ho pensato: questo regista è una potenza!


 

Com’è cambiato il rapporto con i fan ora che i social network consentono loro di darvi un riscontro immediato sul successo del vostro lavoro?

Gundam esiste da tanto tempo, ne sono nati molti. E’ un cartone che ha un rapporto particolare con i fan. Molti di noi che lavorano ai progetti entrano nel programma che sono già fan, come me.

Gli appassionati di Gundam creano storie, oggetti e noi in Sunrise ci basiamo sui loro consigli e le loro creazioni.


 

Ci può presentare il film Gundam Thunderbolt December Sky, quali sono le novità?

Questo progetto nasce dal fumetto omonimo, i protagonisti sono due, invece di uno, nemici tra loro: ascoltano jazz e musica pop anni ‘50 e ‘60 ed entrambi hanno un Mobile Suit.