Libri a Fumetti: A mani nude - A.M. e M. Ricci - Astorina

 

Il Grande Diabolik. A mani nude - edito da Astorina è tra i titoli in lizza per il "Concorso Romics Libri a Fumetti 2017".

 

Diabolik è lontano, molto lontano da Clerville. Braccato dalla polizia, si ritrova senza soldi, senza maschere, senza un'auto con cui fuggire e senza la possibilità di chiedere aiuto a Eva Kant. Dovrà quindi affrontare la situazione "a mani nude"... letteralmente.

 

Intervista all'autore Marco Ricci

 

Quali libri ti hanno formato?

In verità non sono mai stato un gran lettore di libri, neanche ai tempi della scuola. Probabilmente perchè, grazie al lavoro di mio padre, in casa giravano più fumetti che libri. Ora che ci ripenso qualche cosa credo di aver letto e mi riferisco a titoli tipo “Ventimila leghe sotto i mari”, “Moby Dick”, “L'isola del tesoro”, “L'ultimo dei Moikani”... Ma comunque non ero attratto dai libri.

 
C'è un libro a fumetti che vuoi consigliare?
La risposta sembrerà banale e scontata ma il libro a fumetti che preferisco da sempre è “ La valle del terrore” illustrata dal Grande Magnus. Un'opera che non può mancare nella libreria di un appassionato di fumetti per l'intreccio della storia e per i disegni veramente unici
 
Quanto sono importanti i concorsi letterari per promuovere la lettura?
Parlando di libri, penso siano molto importanti perchè prima di tutto l'opera viene giudicata da una giuria qualificata e fa capire la potenzialità dello scritto. Secondo poi è una importante forma di divulgazione del nostro lavoro che può portare alla realizzazione dei nostri progetti come scrittore o come sceneggiatore/disegnatore. 
 
Per disegnare fumetti si deve prima essere un lettore di fumetti?
Sicuramente. Tutti i disegnatori di fumetti sono prima stati lettori dei fumetti stessi probabilmente fin da bambini così come è successo a me. Ero affascinato dagli albi che comprava mio padre tipo Comic Art, L'Eternauta, Oriente Express, Diabolik, Totem e simili. Oltre a questi leggevo Mister No e Martin Mystere, che vedevo realizzati dal vivo giorno dopo giorno, incantato dalla maestria di mio papà sia con le tavole a matita sia con l'inchiostrazione a pennello. Di nascosto leggevo anche Manara, tenuto nella libreria in alto, ma dove io arrivavo con una sedia..... diaboliko!
 
Astorina

Complessivamente diffonde circa 3.500.000 copie all’anno, con picchi di vendita nel periodo estivo.
Inoltre operazioni di abbinamento a periodici (Mondadori, Panorama, La Gazzetta dello sport) diffondono annualmente altre centinaia di migliaia di copie.
Altri volumi da libreria sono editi direttamente da Astorina o su licenza (Mondadori, Salani, Nicola Pesce Editore…) con una diffusione complessiva di oltre 100.000 copie/anno.